Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il bacio spiato e le morti bianche della Cina

Le  telecamere a circuito chiuso della metropolitana di Shanghai riprendono le effusioni di due giovani nel settembre scorso. Qualche buontempone carica le immagini su Internet, la settimana scorsa, e raccoglie l’attenzione di migliaia di curiosi. Tutti a spiare il bacio dei due, corredato dagli sghignazzi dei sorveglianti cinesi che guardano in diretta la scena. La goliardata è costata però alla compagnia dei trasporti pubblici di Shanghai una denuncia dei due ventenni, che hanno dichiarato di voler agire "nell’interesse di tutti i passeggeri" . Il Lui di queste immagini ha confidato che ora, ogni volta che transita sotto le telecamere della metropolitatana, si sente a  disagio. E come dargli torto.

Gli occhi dei cinesi sono rimasti chiusi invece sui dieci operai morti, stando al britannico Sunday Times, durante la costruzione dello Stadio Nazionale di Pechino. La cifra delle morti bianche olimpiche, scrive il quotidiano citando alcuni lavoratori, sarebbe addirittura prudente. Le autorità di Pechino hanno prima smentito la notizia, poi ordinato una inchiesta interna sul Nido d’Uccello,  come viene comunemente chiamata la struttura da 91 mila posti, che ospiterà le cerimonie di apertura (8 agosto 2008) e chiusura delle Olimpiadi (24 agosto).